04 dicembre
B. Giovanni Nepomuceno de Tschiderer, vescovo

Giovanni Nepomuceno de Tschiderer nacque a Bolzano, appartenente allora alla Diocesi di Trento, nel 1777 da famiglia nobile e ragguardevole. Compì gli studi presso i Francescani a Bolzano e l'università di lnnsbruck. Abbracciò il sacerdozio nell'anno 1800. Fu cooperatore soprannumerario in povere stazioni di cura d'anime; dal 1807 insegnò morale e pastorale a Trento. Fu parroco e decano a Sarentino e poi a Merano. A Trento fu richiamato come canonico della Cattedrale e provicario della parte tedesca della diocesi, con delicate mansioni formative soprattutto verso i sacerdoti. Nel 1832 il vescovo di Bressanone lo volle suo ausiliare, affidandogli la giurisdizione ordinaria sul territorio del Vorarlberg con residenza a Feldkirch. Nel 1835 fu chiamato al governo della sede di Trento, che egli resse fino alla morte, il 3 dicembre 1860.

Alla diligenza ordinaria di un ottimo governo pastorale egli associò un tenore di vita rigorosamente ascetico e intensamente devoto.

Il Santo Padre Giovanni Paolo II ne proclamò la beatificazione il 30 aprile 1995 a Trento.






Tutti i testi e le foto relativi ai santi, ad esclusione dei Santi delle Chiesa Tridentina, sono tratti da www.santodelgiorno.it